Archivi per la categoria: Uncategorized

Lunga trattativa quella condotta i giorni scorsi a Chiavari con tre deputati (udc / pd / pdl) per salvare 6 tribunali che assieme a quello di Chiavari, se pur meritevoli, sono stati soppressi dal decreto della Severino.

Presenti i rappresentanti di tutti i tribunali interessati, compreso Bassano del Grappa.

Riportiamo l’articolo del “Secolo XIX”

Tribunale, convegno a Chiavari

Chiavari – Alla fine, la buona notizia è arrivata: «Siamo riusciti a portare a casa l’impegno dei tre responsabili Giustizia a proporre un emendamento alla legge di stabilità che intanto rinvii l’applicazione del decreto legislativo del governo a data da destinarsi. È il primo passo, ma fondamentale» ha detto il presidente del comitato “Salva il tuo tribunale”, Gabriele Trossarello, al termine dell’atteso convegno all’auditorium di Chiavari organizzato dall’ordine degli Avvocati e dal comitato stesso sul futuro del Palazzo di Giustizia.

Anche se il confronto con i tre deputati Roberto Rao (Udc), Enrico Costa (Pdl) e Andrea Orlando (Pd) nel corso dell’incontro è stato spesso duro, e le critiche non sono mancate. La lunga scaletta ha previsto molti interventi: il procuratore Francesco Gozzi e la presidente del tribunale, Elisabetta Vidali, alcuni dei magistrati del tribunale di Chiavari, membri degli organi rappresentativi degli avvocati e dei magistrati e anche esponenti dei sei Comuni italiani il cui destino viaggia parallelo a quello chiavarese: Bassano del Grappa, Lucera, Pinerolo, Rossano, Tolmezzo e Alba-Mondovì. Questi ultimi non hanno voluto mancare l’atteso appuntamento e sono arrivati numerosi sin dalla Calabria per confrontarsi fra loro e con gli ospiti.

«Ci sono alcuni tribunali che sono stati soppressi e che però secondo noi rispettano i tre criteri indicati dal governo per la salvezza» ha detto Andrea Orlando, deputato del Pd. Tra questi, appunto, ci sarebbe anche quello di Chiavari.

© Riproduzione riservata

Dopo la firma del Capo dello Stato sul decreto che cancella il Tribunale di Bassano, l’attenzione non si smorza.
I tempi sono strettissimi e le azioni da portare a termine delicate.
Il comunicato stampa a firma dell’Avv. Nereo Merlo anticipa i lavori in corso tra cui la bozza di un disegno di legge a firma della senatrice Casellati, che mira a modificare il decreto per salvare i Tribunali meritevoli dai tagli.

Nel frattempo il Comitato Spontaneo ha organizzato una RIUNIONE plenaria con cittadini e tutte le categorie economiche e associazionistiche interessate per MARTEDI 2 OTTOBRE, ore 17:00 in SALA MARTINOVICH.

Anche tu sei invitato a partecipare.

Leggi il COMUNICATO stampa

Dopo la firma del Capo dello Stato di venerdi scorso, il decreto legge che prevede la chiusura di 31 tribunali in Italia tra cui anche quello di Bassano, è definitivo (D.Lgs 07/09/2012). Le azioni di sensibilizzazione, compresa l’ultima lettera nella quale si invitata il Ministro Severino a rendersi conto con i propri occhi a Bassano della struttura che stava chiudendo, non sono giunte a destinazione.

Più di una volta gli amministratori romani hanno manifestato lontananza e disinteresse verso i numeri meritori e la situazione paradossale che il territorio pedemontano ha dimostrato con lettere, approfondimenti tecnici e studi.

Quindi il tribunale di Bassano chiude! ….ma forse no! Dipende infatti da come si gestirà la situazione nei prossimi mesi.

Le azioni quindi non si fermano qui. Il Comitato Spontaneo assieme all’amministrazione e alle categorie economiche studierà ora una controproposta realizzabile per portare nuovamente il tribunale nel territorio bassanese, forte dell’impossibilità tecnico-logistica della sede di Vicenza di ospitare i numeri e le pratiche bassanesi.

Nelle prossime settimane è prevista una riunione plenaria con tutti gli interessati, cittadini compresi.

Leggi la notizia su Bassanonet

“Da mesi nella conferenza Stato-Regioni mi batto per difendere il diritto di quel decentramento che i Padri Costituenti vollero, con straordinardia preveggenza, fissare nella Carta Costituzionale [..] Vorrei che a mio nome, il Comitato non solo portasse la mia solidarietà ma anche la ferma convinzione per cui oggi a Palazzo Sturm pubblici amministratori, avvocati, semplici cittadini scrivono un’altra bella e importante pagina di Giustizia e Libertà continuando la grande storia democratica che ha sempre segnato Bassano e la sua cultura”

Con queste parole termina il comunicato che l’Assessore al Bilancio Ciambetti ha fatto pervenire al Comitato in occasione della manifestazione organizzata a Palazzo Sturm per il Tribunale di Bassano, aggiungendo, da assessore al Bilancio e agli Enti locali che “la chiusura di un tribunale come quello di Bassano non produce risparmi [..] bensì si risolve in uno spreco”.

Leggi il comunicato

Comunicato pagina 1

Comunicato pagina 2

Il Giornale di Vicenza di oggi dedica una pagina al messaggio che Zaia lancia da Venezia a favore del Tribunale.

Impossibilitato a partecipare alla manifestazione corale in programma oggi, 30 agosto, il governatore ha confermato il suo sostegno in risposta al tentativo di chiudere l’ottavo tribunale del Veneto, già pesantemente sottodimensionato rispetto alla media italiana.

“Con il taglio del palazzo di Giustizia si toglie ossigeno a una Regione che dà allo Stato molto più di quanto riceve. Stavolta però non ci stiamo. Siamo pronti a combattere una battaglia di civiltà

Leggi l’articolo completo qui sotto (GdV 30 agosto 2012)

Pagina 1

Pagina 2

Pagina 3: un appello ai Veneti

Alcune foto della riuscita manifestazione organizzata dal Comitato Spontaneo, in collaborazione con l’Amministrazione e l’Ordine degli avvocati di Bassano. Presenti la maggioranza dei sindaci del territorio (tranne alcune “rumorose” assenze), l’Abate di Bassano, le categorie economiche, i rappresentanti sindacali, le categorie di avvocati, notai, commercialisti. 

Tra i rappresentanti politici intervenuti: oltre al Sindaco di Bassano Cimatti, Gios per l’Altopiano di Asiago, Secco per la provincia di Vicenza , i consiglieri regionali Grazia e Finco, l’assessore Donazzan,  l’europarlamentare Bizzotto, le parlamentari Sbrollini e Lanzarin.

Il Governatore Zaia non ha potuto partecipare per precedenti impegni assunti ma lancia il suo sostegno dalle pagine del Giornale di Vicenza, come pure l’assessore Ciambetti che ha fatto pervenire un suo messaggio al Comitato.

Alla mattinata hanno partecipato Rosso e Rigoni, come testimonial d’eccezione, portando la voce degli imprenditori.

Cimatti fa gli onori di casa

La voce dell’Altopiano

L’Abate benedice gli sforzi e la collaborazione

Cosa ne pensano le categorie commerciali e produttive

Cisl e Uil a fianco nella battaglia

Politici del territorio per il tribunale

Rosso e Rigoni imprenditori testimonial

Se devi attaccare uno striscione da 12 + 12 mt sul ponte…ti accorgi di quanto forte è il vento della Valsugana! 🙂 Mica facile, ma tutto si può fare con un po’ di ingegno e voglia di …sporcarsi le mani (letteralmente perché il ponte ti lascia una tinta rossa sulle braccia e sui vestiti 🙂 ).

Alla fine con un trucchetto anche la stampa ha potuto immortalare il messaggio che dal ponte, simbolo cittadino, il territorio bassanese lancia a Roma.

Si ringraziano tutti i volontari, di ogni categoria professionale (ingegneri, avvocati, geometri, impiegati, notai, segretarie, studenti e…disoccupati!) che hanno aiutato nell’organizzazione di questa mattinata. Come direbbe qualcuno “SIAMO UNA SQUADRA FORTISSIMI!” 😛

Morale: se ci impegnamo insieme i risultati li abbiamo!

Il vento soffia…

Ingegneri e avvocati al lavoro…

La squadra…manifestazioni del Comitato!

Il messaggio visto da Palazzo Sturm